Dopo una lunga pausa, abbiamo finalmente ripreso le registrazioni del nuovo disco. Negli ultimi dieci giorni, sempre presso l’Home Studio di Lorenzo Sale, nel cuore di Genova, il versatile Fabrizio Zingaro (che di solito suona – e molto bene – il pianoforte) ha registrato la fisarmonica in un brano dal titolo “Amaranto” e le conga in “I confini del mondo”. Stamattina, mercoledi 15 maggio, il giovane e talentuoso Simone Cricenti ha suonato il violoncello in “Intro” (brano cortissimo – neanche 60 secondi di durata – che è, effettivamente, l’introduzione di tutto il disco) e in “Lontani”. Mi considero molto soddisfatto di come stanno procedendo i lavori (seppure un po’ a rilento). A breve contiamo di registrare tutti gli altri strumenti, che sono ancora parecchi: pianoforte, chitarra classica solista, chitarre elettriche, altra fisarmonica, violino, tromba, flauto traverso e bouzouki irlandese. Ci sentiamo presto per nuovi aggiornamenti!

Antonio C.